Serve aiuto? Contattaci
Concessionaria Fimauto Autogemelli

All'asta la Serie 8 di Jeff Koons

Di solito sono le auto d'epoca ad andare all'incanto. La BMW Serie 8 protagonista dell'asta tenutasi ieri sera da Christie's, a New York, è invece uscita da poco dalla fabbrica di Dingolfing. Non si trattava, del resto, di una Serie 8 qualsiasi, ma dell'ultima vettura disponibile dell'edizione speciale The 8 X Jeff Koons. A decorare i 99 esemplari di questa serie limitata della sportiva bavarese è stato infatti il famoso artista americano. I pezzi che l'hanno preceduta sono stati venduti in un batter d'occhio, tra febbraio e l'inizio di marzo, a circa 350 mila euro (più o meno 380 mila dollari) in svariate parti del mondo, Italia compresa (ma gli acquirenti vengono principalmente dagli Usa, che ne contano una quindicina). L'ultimo ha invece trovato il suo compratore ieri sera, appunto nella sede newyorchese di Christie's, nel corso di un'asta di beneficenza andata interamente a favore dell'International centre for missing & exploited children, organizzazione no profit con cui Koons collabora da oltre vent'anni: il prezzo fissato è stato di 475 mila dollari (e forse gli organizzatori si proponevano di ottenere di più).

Design appariscente. Per realizzare questa sorta di scultura viaggiante, l'artista ha lavorato per mesi a stretto contatto con gli ingegneri e i designer della Casa tedesca, trascorrendo parecchi giorni con loro nello stabilimento di Dingolfing. Il risultato – di cui Koons nel corso della serata si è detto molto orgoglioso, al punto da sostenere di aver avuto la possibilità di creare, per l'occasione, la sua auto ideale – è una Serie 8 dal design vivace e abbagliante, che si nutre di richiami alla Pop Art, come del resto fa intuire la scritta “POP!” sulle portiere posteriori, ma anche l'ancor più grande e fumettistico getto di vapore che occupa buona parte di quelle anteriori, così come l'esplosiva stella (ma non a tre punte…) che brilla sulla coda.

Quella firma sul montante B. Insomma, certo, non potrà evitare di attirare l'attenzione chi avrà l'onore di guidare uno dei 99 esemplari di questa edizione speciale della M850i xDrive Gran Coupé, verniciata – e ci sono volute 200 ore di lavoro per completare l'operazione su ogni vettura – in undici diverse tinte esterne, anche se quelle predominanti sono il blu, il giallo e il bianco. Pure l'interno è un festival di colori, nel quale spiccano il rosso e il blu accesi dei sedili di pelle, ma nell'ambito di una pulizia stilistica d'ispirazione minimal di chiaro sapore BMW. Ogni esemplare è fornito di un certificato in formato large, con il numero di serie del veicolo, firmato da Koons e dal ceo del gruppo BMW, Oliver Zipse. L'artista ha anche disegnato la copertina del manuale di guida e siglato il pannello del portabicchieri, oltre – ma esclusivamente per la vettura andata all'incanto – al montante B.

Nel segno delle Art Car. Questa Serie 8 così speciale non è la prima BMW realizzata con il contributo di Jeff Koons: nel 2010, infatti, l'artista americano creò una M3 GT2 Art Car che partecipò alla 24 Ore di Le Mans. In questo caso si trattava di un pezzo unico, come tutte le altre 18 Art Car a cui hanno dato vita, per l'Elica, altrettanti celebri artisti, da Alexander Calder – l'iniziatore, nel 1975, della saga – ad Andy Warhol, da Roy Lichtenstein a Robert Rauschenberg. Diciannove esemplari che il costruttore bavarese conserva gelosamente, mentre le 99 The 8 X Jeff Koons sono nelle mani dei fortunati automobilisti che le hanno in garage.




Fimauto Concessionaria Fimauto Autogemelli


Sei interessato a quest'offerta?
Contattaci


Compila i dati con:








I contenuti correlati